Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

7 settembre 2012

Crisi da non-più-astinenza

Appena scoperta la novità del mio coinquilino - allora occupava appena qualche centimetro nella mia panza, oggi mi fa assomigliare a quella della pubblicità dei Tuc che si è mangiata un cocomero intero - sono andata a farmi visitare dall'endocrinologa (specialista delle ghiandole, nel mio caso della tiroide).
Con l'occasione, la dottoressa mi ha messa in guardia dal diabete gestazionale: non ti accorgi di averlo finché non fai l'esame, al sesto mese.
Nel frattempo devi stare attenta a ciò che mangi e a come lo mangi.
Non sono stata messa a dieta stretta, solo dovevo fare attenzione ai dolci, e alla frutta, e ai carboidrati.
Verdura ai pasti, tanta.
Spuntino di frutta, ma con uno yogurt. Naturale, non alla frutta, perché ha tanto zucchero.
Niente succhi di frutta, per carità, sono zucchero allo stato puro. Per non parlare di Coca-cola e simili.
Dolci sì, ma meglio se immediatamente dopo i pasti, per evitare il picco glicemico.
Alla sera, prima di andare a nanna, un bicchiere di latte, per non restare a digiuno totale durante la notte.

I miei esami del sangue sono sempre stati nella norma, anzi la glicemia era perfetta. Eppure, per precauzione, mi sono attenuta ai consigli.
Ok, non sono stata ligia ligia ligia, ma alla fine l'esame per il diabete era a posto.

Quindi non capisco la mia reazione: non ho mai rinunciato a niente, se non ai succhi di frutta (di cui nemmeno vado così matta), mi sono mangiata i miei dolci e bevuta i miei frullati, non ho sbavato di fronte al gelato che mi veniva negato perché me ne sono mangiato un bel po', non ho patito la fame e non mi sono trasformata in una lattuga.
Allora perché dal dopo-esame mi sto strafogando di dolci?
Gelato, torta, biscotti, cocktail analcolici casalinghi...in una sorta di inquietudine giustificabile solo dopo un periodo di digiuno forzato.
Il bello è che non ho digiunato affatto.
Sarà il sapore della libertà riconquistata? ...ma non voglio diventare tutta ciccia e brufoli!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari