Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

25 giugno 2012

il mito della mela. marcia.


ne ho frequentate di tipe strane, ma me ne vengono in mente tre in particolare.

c'era moira, che parlava al plurale majestatis. mi sentivo a volte il terzo incomodo, a volte in un fantastico threesome.

"vorremmo andare a quel ristorantino di pesce molto chic, in cui servono mezzo etto di pesce crudo a costi da mutuo" più o meno mi disse(ro) così. o più o meno fu quello che intesi (intendemmo).

effettivamente poi sembrò di pagare per due, quando le offrii (offrii loro, e comunque prima che voi aveste potuto controllare il dizionario della lingua italiana per cercare la coniugazione al passato remoto del verbo offrire) la cena.

fu la notte di sesso più bella della mia vita. e non dovetti usare neanche i fazzolettini.

poi c'era quella tenace, ma al contrario. aveva la stessa tempra di un comodino. 

anzi, era un comodino. gemma, si chiamava, ed era 70x70x40, ma con gli spigoli arrotondati, così che la notte non ci sbattevo i mignolini.
"ma tu sei troppo accondiscendente!"
"hai ragione"
"vedi?!"
"se lo dici tu"
"ecco."
"cosa c'è tesoro?"
"c'è che, cazzo, dovresti dirmi se e quando sbaglio..."
"ma tu sei perfetto".

la scaricai. in un cassonetto dell'immondizia. lei mi disse "va bene". cristo.

c'era poi la complottista, irina si chiamava. russa. e poi era di busto arsizio.

"guarda, amore come sono romantiche le nuvole, in questo cielo azzurro che si ispira al colore dei tuoi splendidi e profondi occhi".
"sono scie chimiche".

e attaccò una pippa su david icke, alfonso luigi marra, gli illuminati. 

e sara tommasi.

tommasi.

pippa.

una.

tuttavia lei non era così male. 








24 giugno 2012

La prima volta senza Sara Tommasi. (S)battute/61


Questo post è opera de il_cesco e di Michele_D

Cade in vasca di liquami. Muore bambino di 8 anni. 
"Palla!"
"Vado i...*plof*"

Foggia, ex suocera uccide genero a colpi di pistola: "Se lo meritava". La citta' dice gia' tutto.

Energia solare: puo' coprire il fabbisogno del Sud. E non farlo vedere mai piu'.

"Cade in un pozzo di 25 metri, bambina di 5 anni intrappolata da 3 giorni"
"Ah, ma e' viva?"
"Capisci qual e' il problema"
"Almeno non puzza."
"Dove?"
"India."
"Gia' troppi kebab."

Falso cieco truffa Inps: camminava compilando documenti. Certificava di non essere paraplegico.

Manifesti di Militia Christi contro il gay pride: e' un'offesa. Chiamateli sensibili, effeminati, omosex ma non offendeteli. Chiamateli froci, finocchi, checche, culattoni, ricchioni, frifri' ma non "manifesti".

Non ha piu' i seni dopo il cancro. Potra' nuotare in topless. Ma non la guardera' nessuno.

Pitbull assale una donna e uccide il suo cane mentre il proprietario non c'e'. Feat. Kanye West.

Alena Seredova contro Balotelli: "Bisognava raddrizzarlo da piccolo". Mo' fa perno.

Raffaella Fico con un pancino sospetto. E' incinta di Mario Balotelli? "Bisogna raddrizzarlo da piccolo"

Agiamo in buona fede, tuttavia, se ci dovessero essere battute non "autentiche" vi invitiamo a segnalarle mandando una mail a crashtestbloggers@live.it 

20 giugno 2012

alta pressione.

"certe persone ti sfiorano sporadicamente come la brezza in quelle torride notti estive ma - ti giuro - ci rimani, poi, veramente bene".

18 giugno 2012

Ciclisti incapaci

Chi è che dice che l'unico pericolo a Milano per il ciclista sia l'auto? E' il principale, ma non l'unico e in una ciclabile non ci si deve sentire sicuri. La domenica poi il milanese vede il sole caldo e si sente un atleta. Prende la bici dalla cantina, con 3 dita di polvere e che cigola e fa un rumore di un trattore. Quello è il ciclista nemmeno della domenica, ma della domenica ogni tanto, giusto per sentirsi a posto con la coscienza e perché non c'è il campionato. Ho sfiorato diversi incidenti a causa dei seguenti:

1 gente che pedala guardando ovunque tranne che davanti.
2 gente che vaga come se fosse sotto effetto di psicofarmaci e non capisce chi sia e dove vada.
3 gruppo di due o tre che pretende di pedalare, tutti affiancati, non considerando che oltre loro esistono ciclisti che vogliono superare o banalmente incrociare.
4 bambini - non serve aggiungere altro -
5 vecchi - vedi punto 4 -.
6 sboroni che pensano di essere come il tram, ovvero di avere sempre precedenza.
7 idioti con l'auto che, nei punti in cui possono far manovra per uscire di casa, non considerano che quella è pur sempre una via con gran passare di ciclisti.

17 giugno 2012

Irish Trap(pist) Beer. (S)battute/60



Questo post è opera de il_cesco e di Michele_D


Australia, 850 casi di pedofilia e saponette nelle forze armate. 

La moglie lo sorprende a sniffare coca e lui la picchia. Se non ora quando?

Artigiano in crisi: "offro un rene per 30mila eupo"

Mangia i ravioli ma dentro c'e' un ragno. Comunque erano Rana.

Roma, ferisce la moglie a colpi d'ascia. "Cadeeee!"

Ossa misteriose in Bulgaria, gli esperti: "sono di San Giovanni Battista". "Si, puzzano di ebreo."

Roma, pietre contro un attivista gay. Ferite e costole rotte. Cosi' e' più semplice.

L'equilibrista in bici ma falso cieco. "Ma e' di Gazze' o Bersani?

Milano, ciclista scivola sui binari e muore travolto dal tram. A bombazza!

Ciclone in spiaggia a Barcellona. Paura tra i turisti. Non bastava l'alluvione e la mafia.

Roma, studente di vent'anni violentato da un romeno de Roma.

Melissa Satta furiosa: "Io rifatta? No, sono ingrassata di 6 chili". Solo li'.

Agiamo in buona fede, tuttavia, se ci dovessero essere battute non "autentiche" vi invitiamo a segnalarle mandando una mail a crashtestbloggers@live.it 

16 giugno 2012

claudio baglioni.

il sole del sabato pomeriggio e la canicola aiutano a pensare checcrìsto.

15 giugno 2012

Save 194

So che qui si sta più sul faceto che sul serio, ma questa è grossa.

Da alcuni giorni imperversa su Twitter l'hashtag #save194: l'origine della protesta è la messa in discussione della legge che permette alle donne di abortire, legge che secondo alcuni andrebbe contro altre due leggi che tutelano la vita. E si ritorna così alla infinita disquisizione se l'embrione abbia  o meno il diritto di fregiarsi del titolo di "essere umano" o no, e se quindi l'aborto sia omicidio o no.

E qui si sbaglia. Perché non è in gioco solo la vita di tanti, troppi embrioni, ma quella delle loro madri.
Vogliamo tornare al tempo delle mammane e dei ferri da calza nell'utero? Che se le cose andavano bene, la donna restava sterile, se andavano male ci restava secca.
Non basta vietare una cosa per eliminarla dalla faccia della terra.
La droga è vietata.
La guida in stato di ebbrezza è vietata.
Eppure c'è chi continua a drogarsi e a bere alcolici prima di mettersi alla guida.

Qui è in gioco la nostra libertà. Nostra di donne e uomini. Perché carini si concepisce in due, ma tanti maschietti fanno presto a dimenticarselo. E tutto ricade sulle spalle della donna.
Tutto, non solo l'aborto eh: se sei uomo non ti vedi negare un posto di lavoro perché un giorno potresti diventare padre. Se sei uomo non ti vedrai mai costretto a dover scegliere se lavorare o mettere al mondo un figlio. Se sei uomo non dovrai mai trovarti nel dilemma "carriera o figli?".
Se sei uomo non ti rendi conto di cosa voglia veramente dire avere una vita dentro di te e decidere di porle fine. Se sei uomo non ti porterai questo dolore a vita.
Sarà una scelta, ma nessuno ha mai detto che sia facile. In troppi sono convinti che le donne affrontino l'aborto come un anticoncezionale. Mai è stata sparata cazzata più grande.

Sì, l'aborto è una vigliaccata contro una vita che ancora non è degna di tale nome, che non può difendersi, che non ha voce in capitolo. Ma dandole questa voce la si toglie alla madre. Questa è forse una giustizia più giusta dell'aborto?
Ok, al concepimento si era presenti in due e ci si augura entrambi consenzienti e coscienti. Quindi se si arriva ad avere una vita in grembo un "prima" c'è stato, un momento in cui dire "magari no, magari stiamo attenti, magari...". E però qualcosa succede, la vita comincia ma viene deciso di porvi fine: i motivi sono tanti e meritano tutti rispetto.

Credo che se davvero vogliamo fare qualcosa a favore della vita non sia quello di impedire un aborto.
Cancellare la 194 è come nascondere la polvere sotto il tappeto - qualcuno diceva "sepolcri imbiancati", tanto belli da fuori ma con i cadaveri in putrefazione dentro.
Bisogna intervenire seriamente affinché le donne non si trovino a dover scegliere - non impedire loro di farlo.
Il che vuol dire:
- più corsi di educazione sessuale nelle scuole, ma che siano seri, e farli fin dalle medie
- sostegno alle donne che non hanno un lavoro e che non possono permettersi di mantenere un figlio (i bambini costano caro)
- sostegno alle famiglie di precari
- sgravare i datori di lavoro, soprattutto delle piccole imprese, riguardo ai periodi di maternità delle dipendenti - sostituire una donna incinta costa due volte
- favorire il part-time e il telelavoro (caspita, siamo nel 2012, se non sfruttiamo internet adesso quando lo facciamo?)
- aumentare la presenza e l'aiuto in quelle famiglie con figli disabili: in troppi si trovano soli, come se non fosse già difficile crescere un figlio malato
- piantarla con la cultura della perfezione, piantarla di nascondere i disabili e di fare finta di non vederli. Perché se spaventa il dolore della malattia, spaventa altrettanto il pensiero degli altri: mio figlio sarà accettato o discriminato? Sarà felice o umiliato?

È necessaria una svolta culturale, seria e profonda: ci vorrà tempo, molto di più di quello necessario a cancellare una legge. Ma cancellare la 194 non risolverà il problema.

13 giugno 2012

pink (anderson) floyd (council).

ho conosciuto una persona che ride come l'intermezzo tra echoespartùno e echoesparteddùe.

10 giugno 2012

Lambrusco sgasato. (S)battute/59


Questo post è opera de il_cesco e di Michele_D


Saltellatore molesta donna vestito di blu. Gliel'ha puffato nella patapuffa.

Libia: sequestrati 3 pescherecci nordafricani di Trapani.

Stuprata chiede di entrare in autobus, ma l'autista rifiuta. A lei è andata peggio.

Picchiata a morte nel giardino di casa. Si sospetta dei nani, che fanno i vaghi.

Sciame sismico in Calabria. Del Nord Africa non se ne frega nessuno.

Massa - Carrara: morto motociclista contro un camion. Durissimo.

Napolitano in Emilia: ma lei non se n'è accorta. Applausi.

Si schianta con l'auto contro una quercia. Che andava contromano.

Messico: 14 cadaveri smembrati in un furgone. Nachos?

Tiene per mesi il cadavere del padre nel sacco. Ci mancherai, Babbo Natale.


Agiamo in buona fede, tuttavia, se ci dovessero essere battute non "autentiche" vi invitiamo a segnalarle mandando una mail a crashtestbloggers@live.it 

8 giugno 2012

almost me, almost you.



c'è che stanotte ho dormito di merda.
c'è che alle 4 ho sbarrato gli occhi e mi sono servito senza darmi delle arie da bar una sciccosissima bevanda a base di acqua in calici di plastica, "alla spina": ho bevuto acqua di rubinetto.
c'è che avevo (ho) un pensiero fisso.
c'è che all'improvviso ho cercato una tua traccia e l'ho trovata.
c'è chet baker, con le sue note cupe e malinconiche.
e c'è questo pezzo.


e in mezzo a tutto questo ci sei tu, che sei tutto o forse un cazzo a che vedere con tutta la merdammàlinconica che c'è intorno, ché tu i problemi non te li porti appresso, ché tu i problemi li scacci via.

ma ora sono le 8. è ora di cominciare la giornata, non sapendo che, per me, quella di ieri, quella dell'altroieri, non è ancora finita.

almost me, almost you, almost blue.

6 giugno 2012

Buongiorno anche per te

Stamattina, come succede in una nota reclame, mi alzo che tutto era in bianco e nero, poi prendo la mia Nutella, affetto il pane ed ho visto pure io i colori: il giallo delle stelle di dolore e il rosso sangue: mi ero affettato il dito mentre tagliavo il pane.

Devo chiedere alla signora statunitense che ha fatto causa alla nota crema spalmabile, se ci sono i presupposti per fare anche io causa. Comunque immaginate con una mano sanguinante e l'altra con in mano la fetta di pane con sopra la Nutella: chi ha avuto la priorità?

5 giugno 2012

maya e altre parole con una ipsilon che non mi sovvengono.

oh, beh, oggi dovrebbe finire il mondo. nel frattempo, credo che andrò a farmi una corsetta.

3 giugno 2012

Questo post è costato meno di tre milioni.(S)battute/58.



Questo post è opera de il_cesco e di Michele_D




Benzina a 1 euro se compri una Fiat. Pensa che culo.

Galles, Nonna con toy boy e seno nuovo. "Lo promisi a mio marito morto". Di figa.

Topo paralizzato torna a camminare. Un, due, tre...stella.

Studenti campani senza diploma: "Mancano i soldi per le pergamene". E le formule magiche per tramutarvi in esseri umani.

Bari: salumiere ucciso in una rapina. Fermati, tutti giovanissimi. E con un buonissimo profumo di mortadella.


Edimburgo: 12enne stupra bambina di 9 anni dopo aver visto film porno. 

A spezzoni, ovviamente.

E recitavano anche meglio.

Tanto si sa come va a finire: alla fine viene in faccia.

"Oh che carini!"

Memorabile il momento in cui si sono messi in posa per la foto.

Poi è arrivato il prete, che li ha subito confessati, in ginocchio.

Atto di dolore, a secco.


Uccide uomo e gli mangia il cuore. Accompagnato da un buon bicchiere di Chianti.


Agiamo in buona fede, tuttavia, se ci dovessero essere battute non "autentiche" vi invitiamo a segnalarle mandando una mail a crashtestbloggers@live.it 

Post più popolari