Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

27 febbraio 2013

Come vorrei essere una vacca da latta (uò-sciùbi-du-uò)

Da accanita bevitrice di latte mi sono trasformata in una latteria ambulante: ah, la poesia dell'allattamento materno!
Prima di tutto, non credevo che l'abitudine del latte finto (= artificiale) fosse così radicata in passato, visto che tutti quelli della generazione precedente si preoccupano che sia io ad allattare il Apelle (figlio di Apollo, ndr) e mi fanno pure tanti complimenti: vogliamo mettere la comodità di avere il latte sempre pronto, a portata di mano, della temperatura giusta, contro la scomodità della preparazione del biberon? Basterebbe questo a far vincere tetta contro bibe 1-0.
Non credevo però che allattare fosse così complicato! Come, complicato?, vi chiederete: non basta tirar fuori la tetta e attaccarci il pupo? Magari!
In principio furono le ragadi: vai a partorire in ospedale, mi dicevano, ché sei in una botte di ferro. Come no! L'infermiera vede il mio seno martoriato, mi chiede se ho qualcosa e al mio diniego si limita a un laconico "Ah..." e se ne va. La volta successiva chiedo qualcosa, mi viene risposto "passo dopo" e il dopo lo sto ancora aspettando. Grazie, eh!
E poi vennero i dolori, per buona pace della letteratura che sostiene che allattare non deve essere doloroso. Apelle ha le mandibole d'acciaio e non ci si può fare niente. Come non posso fare niente per un difetto del mio davanzale, altra causa delle poppate extra-strong del pupo: mi ritrovo con l'idrante dei pompieri al posto di una tetta. Ridete voi, bravi: poi fate come Apollo, che al mio getto di 30 cm ha fatto un salto così. Poi mettetevi la canna di un liquidator in bocca e premete il grilletto: capirete cosa prova il piccolo Apelle quando cerca di mangiare. Ogni tanto mi sembra di torturarlo, povera stella! Siamo diventati contorsionisti della poppata, per trovare la posizione meno traumatica: manca solo a testa in giù e poi le ho fatte tutte.
Ora mi raccomando preparate i pomodori maturi e le uova marce, perché quello che sto per dire farà incavolare i genitori che agognano una notte di sonno senza interruzioni: Apelle dorme dalle sei alle otto ore filate, ma io ogni notte prego che si svegli. Non sono impazzita, ma la suddetta tetta sì: di giorno fa la brava, idrante a parte, ma ha deciso che di notte deve produrre, quindi mi ritrovo dopo appena 3 ore dalla poppata con una tetta di marmo che Michelangelo se le sognava, sulle sue statue. Per i profani, "tetta di marmo = male": prima inizia il fastidio, poi può essere doloroso e, ciliegina sulla torta, si rischia l'ingorgo. Quindi spesso e volentieri mi ritrovo a mungere me stessa nel cuore della notte, abbastanza da alleviare la tensione ma non troppo per non innescare nuovamente la produzione. Non avendo le tette graduate, non è un'operazione così semplice.
La consulente dell'allattamento dice che ai tre mesi la situazione potrebbe migliorare. Potrebbe, appunto.
In attesa della scadenza, abbastanza vicina da infondermi coraggio, mi rassegno a fare la mucca Carolina: muuu!

11 febbraio 2013

Si è dimesso

Il Papa si è dimesso: una carnevalata.

Dimesso un Papa se ne fa un altro.

Un Pontefice che si dimette: certe cose succedono una volta ogni morte di papa.

Il Papa si dimette: l'ennesima sconfitta della Roma potrebbe aver fatto maturare questa decisione.

Il Papa si è dimesso, protesta Berlusconi: durante le elezioni non dovrebbero succedere questi eventi che distraggono l'elettore.

Casini su dimissioni Papa: se vanno male le elezioni, proveremo l'elezione in Vaticano.

Papa dimesso, ora farà il senatore a vita.

AAA cercasi casa urgentemente in Roma, chiamare in orari pasti. J.R.

Dimissioni Papa, fermento di Prada per conoscere l'erede - e il suo numero di scarpe -.

Non mi vengono in mente altre battute stupide su questa vicenda. Certo che ci voleva un evento così raro per farmi tornare a scrivere su AProvaDiCrash.

10 febbraio 2013

.(S)battute/85. San Valentino is cuming.


Questo post è opera de il_cesco e da Michele_D 

New York bloccata dalla neve: 2 morti e 650mila senza luce. Vista dai primi.

Rimane incinta per un intervento gratis all'addome: "Ho la pelle flaccida". E le labbra screpolate.

Avellino, finisce in ospedale per paura di un tumore, scopre di essere incinta e partorisce. Allora le labbra screpolate sono proprio un problema comune.

Agguato a Napoli, 39enne colpita al volto: "Ho pensato ad uno scherzo". A Carnevale ogni scherzo vale.

Venezia, dall'ospedale chiede alla moglie di comprare un farmaco: "Qui non c'è". Mica è una farmacia.

Piacenza, soffoca col cuscino la madre 90enne: "Voleva i soldi per il videopoker". La pensione non le bastava.

USA, scomparve nel 1994: ritrovato dopo 19 anni, "Stava con i nonni". Come si vede che non hanno "Chi l'ha visto?".

"Muore di infarto", ma è ancora vivo. Muore assiderato in cella dell'obitorio. Ah, è morto?

Agiamo in buona fede, tuttavia, se ci dovessero essere battute non "autentiche" vi invitiamo a segnalarle mandando una mail a crashtestbloggers@live.it  

9 febbraio 2013

agrodolce/51.

certe volte la vita è così stronza che ti fa incontrare un mattoncino lego sotto il piede.

3 febbraio 2013

Mela (rosso)nera. (S)battute/84


Questo post è opera de il_cesco e da Michele_D 

Sognava il calcio, resto' cieco e invalido per un incidente. Potrebbe sempre ingaggiarlo il Pescara.

L'amico sta morendo, lui gli ruba il bancomat e preleva 6000 euro. Era piu' semplice digitare solo il codice.

Uomo nudo in strada a Genova davanti a dei bambini. Chiamare ore pasti. 

Canada: nasce la Chiesa per atei: "Senza horror e superstizione". E con tante scuse.

Francia: stop alla pillola anti acne. Provoca decessi e trombosi. "Sorellina, prova YouDerm!" 

La bici fa male al sesso delle donne: "Riduce la sensibilita' dei genitali". Provassero a mettere il sellino.

Agiamo in buona fede, tuttavia, se ci dovessero essere battute non "autentiche" vi invitiamo a segnalarle mandando una mail a crashtestbloggers@live.it  

Post più popolari