Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

15 maggio 2013

Un nuovo post, una volta tanto.



Non sarebbe male ricominciare a scrivere, a prendere la penna in mano o farsi passare i tasti sotto le dita con quel rumore da scrittore seriale.
Non sarebbe male ma il tempo che scorre ci porta sempre troppo lontano del farlo e dall'esprimerci. Si finisce, ben presto, a far i conti della nostra espressione con qualcosa di più  immediato, come le immagini o le citazioni di qualcun'altro, senza superare processi di coscienza che attraversando i contorti sviluppi del nostro io, si trasformano in parole. Semplici o complesse che siano. Lo scrivere cosi' diventa un mettere apposto le nostre idee e i nostri pensieri traducendo il tutto in un unicum più  o meno consistente. Spesso pero' tutto questo consta di minuti passati dietro un foglio a cercar di buttar giù  qualcosa e giorni a cercar di trovare il motivo per farlo. E ci si ritrova, per me troppo spesso, a immaginare idee che sembrano fantastiche arrivando, nell'attimo dopo, a smontarle per scoprire che erano fiaschi tremendi.
Ci si ferma.
Ci si chiede il motivo di tutto questo cercare.
Si riapre Fb e si aspetta che la voglia ritorni. Tutto questo magari dopo ore di lavoro/studio.
Questo loop, per me come penso per altri, va avanti da mesi, lasciando cosi' questo spazio vuoto di cose nuove, rimanendo attivo grazie a quel qualcuno che legge post datati, facendo un sorriso o una smorfia. Non ne faccio un colpa a nessuno, neanche a me stesso, poiché so che spesso il tempo per metter in ordine la testa io non lo trovo mai.
Oppure si e faccio altro.
Oppure lo faccio mentre aspetto qualcuno o qualcuna.
Come ora.
In quel momento ci si ferma e basta.

3 commenti:

  1. Ti capisco perché è quel che sta succedendo anche a me. Io a volte mentre ascolto musica penso - dopo scrivo questo - ma poi mi passa e non lo faccio più. Se poi mettiamo il poco tempo, ecco che il gioco è fatto.

    RispondiElimina
  2. Concordo con te Paolo, purtroppo veder questo spazio lasciato a se stesso mi lascia perplesso. Abbiamo forse gia' finito le cose da dire? Mi pare di no. Il tempo si trova o si perde. Io sono un tipo distratto, si sa.

    RispondiElimina
  3. Son passato un po' per caso qui nel tuo blog e, leggendo questo tuo ultimo post, mi sono sentito molto vicino a te sia come sentimenti sia come modo di scrivere e buttar giù i pensieri.. quindi mi iscrivo e, in attesa di nuovi, magari scorro qualcosina di vecchio (:

    RispondiElimina

Post più popolari