Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

23 luglio 2012

Gli israeliani, qualche perla

Dopo i vari trascorsi raccontati sul Paòloblog, ecco qualche perla simpatica, ovviamente senza mancare di rispetto a nessuno: diciamo una piccola caricatura di alcune caratteristiche degli israeliani.

Vi lamentate di come guidano in Italia? Pensate ad un difetto nostro e moltiplicatelo per 2, 10, 50. Ecco come guidano loro. Il sorpasso a sinistra è un'opinione, ci si sorpassa a caso. Il primo giono il taxista ha fatto un sorpasso sulla corsia di decelerazione, per poi tornare in prima corsia come nulla fosse. Manovre azzardate, in Israele potrebbero vendere le auto senza frecce, che tanto restano molto inutilizzate.

Sui taxi ti piazzano i 16° fissi, la sera però - braccini corti -, nonostante faccia ancora caldo. Trovare un taxi che accetti la carta di credito è un'impresa e noi abbiamo avuto la fortunaccia di capire quale fosse l'unica compagnia con taxi dotati di carta di credito.

Dopo aver visto cosa mangiano a colazione, ho rivalutato la colazione inglese - ed io odio le colazioni salate -. In hotel ho visto sardine, salse tipo maionese, verdure, cose non meglio identificate. Il tutto condito dalle loro spezie. Spezie spezie spezie, pure nel latte le metterebbero, lo stomaco è esploso dopo alcuni giorni a mangiare speziato. Un giorno ho preso in mensa delle carote, sembravano innocue. Invece erano piccanti, molto piccanti. Qualche volta siamo stati in ristoranti italiani: solo uno se n'è salvato, in altri ho trovato carbonara con panna al posto di uova, piatti di pasta inventati. In un posto quello che per loro era Lambrusco, era invece un vino rosé frizzantino: negavano pure l'evidenza, mmm.

Il venerdì sera inizia il sabato. E lì vedi scene simpatiche come famiglia riunite con tavolini, mangiare - preparato prima del tramonto. Bambini che giocano e l'immancabile padre di famiglia senza maglietta che mostra orgoglioso il suo bel panzone.

Se mi viene in mente qualche altra perla, ve la segnalo.

3 commenti:

  1. ti dirò: forse a me la loro cucina piacerebbe. Mangio piccantissimo!

    RispondiElimina
  2. Sai, non è solo il piccante, sono le altre spezie: sono pesanti. Poi alcuni gusti sono particolari, da capire. Per una sera, piacerebbe pure. Ma non so se piacerebbe tutte le sere, dopo una settimana si inizia a desiderare una buona pizza o un bel piatto di pasta.

    RispondiElimina
  3. Speriamo che non leggano questo tuo post, altrimenti ti mandano il signor Mossad a chiedertene conto. Poi prendiamo in giro quelli che si portano gli alimenti da casa... magari solo per andare da sud verso nord, a casa nostra.
    Immagino che là una bella 'nduja di Spilinga ti sarebbe sembrata un dolce tortino.
    Ciao.

    RispondiElimina

Post più popolari