Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

11 febbraio 2013

Si è dimesso

Il Papa si è dimesso: una carnevalata.

Dimesso un Papa se ne fa un altro.

Un Pontefice che si dimette: certe cose succedono una volta ogni morte di papa.

Il Papa si dimette: l'ennesima sconfitta della Roma potrebbe aver fatto maturare questa decisione.

Il Papa si è dimesso, protesta Berlusconi: durante le elezioni non dovrebbero succedere questi eventi che distraggono l'elettore.

Casini su dimissioni Papa: se vanno male le elezioni, proveremo l'elezione in Vaticano.

Papa dimesso, ora farà il senatore a vita.

AAA cercasi casa urgentemente in Roma, chiamare in orari pasti. J.R.

Dimissioni Papa, fermento di Prada per conoscere l'erede - e il suo numero di scarpe -.

Non mi vengono in mente altre battute stupide su questa vicenda. Certo che ci voleva un evento così raro per farmi tornare a scrivere su AProvaDiCrash.

4 commenti:

  1. aldilà di battute e simili credo che sia una mossa inadeguata e che sia stata subito sminuita. Una cosa del genere fa SCALPORE. Un "Papa" rappresentante di "Dio" (sì con le virgolette) che lascia significa che non è convinto del suo dio. E non fa una piega. Prossimo papa? Cardinal Angelo Bagnasco. E vi faccio il totovincitore al posto di Sanremo :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, l'opinione pubblica si spacca tra chi sostiene ci sia dietro la politica: gli scandali o anche i giochi di potere tra i cardinali.

      Un'altra teoria riguarda la sua salute: lui non vuole essere tenuto in vita allo strenuo fino all'ultimo come è stato fatto con Giovanni Paolo II.

      Entrambe le teorie ovviamente offrono spunti di riflessione interessanti. Inutile dire che se uscissero eventuali giochi di potere, il Vaticano farebbe pessima figura. Un'eventuale dimissione per Vatileaks o altre questioni calde, non farebbe altro che dare ragione a chi di sti tempi punta il dito contro loro.

      Per i motivi di salute, anche questo farebbe scalpore: un Papa che rinuncia - giustamente - all'accanimento terapeutico apre il dibattito ad un aspetto: perché Welby o la Englaro non potevano ma Ratzinger potrebbe?

      Forse poi navigo di fantasia, i motivi sono altri. Non mi scervello nemmeno, ci sono questioni gravi cui dobbiamo fare attenzione.

      Uff uff che commento lungo :-P

      Elimina
    2. magari ne riparliamo tra circa una settimana, di persona :P

      Elimina
  2. Un Papa non è solo una carica, ma dovrebbe essere anche il rappresentante di dio in terra: GP II da malato ha dato esempio di grande forza e tenacia, ma non poteva certo dirsi che svolgesse al meglio le sue mansioni! Credo che Benny abbia fatto una scelta lodevole e umile: il peso della responsabilità è tanto per un giovanotto, un ottantenne può avere i suoi problemi. Il fatto che prima di lui solo uno si sia dimesso credo sia indice semplicemente di una maggiore aspettativa di vita, purtroppo non sempre al massimo. Come diceva una mia prof, oggi non si muore più di morte naturale.

    RispondiElimina

Post più popolari