Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

26 gennaio 2012

Un aiuto subito


Questo è solo uno dei tanti danni subiti dal terremoto. Due scuole sono state chiuse: una aveva per una crepa alla macchina del caffé, l'altra aveva la tavoletta del water fuori asse. Milioni di persone sono state evacuate, tutti sono usciti diligentemente urlando e piangendo.

Una persona intervistata ha detto "E' il rumore più forte che abbia sentito". L'altro ha detto "stavo dormendo quando la scossa mi ha gettato fuori dal letto".  Mentre il sindaco ha subito chiesto dei container, noi chiediamo un aiuto subito. Inviate un sms solidale, donerete un centesimo di euro ai milanesi. I soldi saranno usati per offrire a tutti da bere Negroni e Campari a tutte le persone spaventate.

13 commenti:

  1. Se avanza qualcosa posso avere un crodino...sono astemio!

    RispondiElimina
  2. Va bene, potrai ritirarlo in corso Como :-D

    RispondiElimina
  3. Cesco, il terremoto si è sentito... C'è stato tanto panico per niente, ma ti assicuro che per chi non ha vissuto altri terremoti nella vita non è stata una cosa su cui ridere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Redaz, è un modo per sdrammatizzare :) tra l'altro Paolo è proprio di Milano :)

      Elimina
  4. A sto giro più che con Cesco devi rivolgerti con me. Io ero al primo terremoto sentito, un altro paio li avrei potuti sentire, se non fosse stato per il fatto che dormivo o ero distratto. Però passato un po' di spavento iniziale - io più che altro ero disorientato -, basta lì. C'era gente che ne ha fatto un caso esagerato, oh allora che deve dire chi vive in zone sismiche?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con tutta la gente che passa qui, ci si confonde, perdona Redazione :D capito, Michele? :P

      Elimina
    2. Usti, supermilanese, dal balcone vedo pure la madunina, pur abitando in piena periferia.

      Elimina
    3. Hey ciao Paolo. Sì un sacco di gente ha fatto allarmismo. Noi siamo usciti dall'ufficio per lo spavento, ma dopo dieci minuti siamo rientrati e abbiamo ricominciato a lavorare. Un po' d'ansia c'era...
      Oddio, io non ci vorrei proprio vivere in una zona sismica :-(

      Elimina
  5. Io aderirei, ma se non pubblichi il numero di riferimento a chi lo mando?
    P.S.: sarà deducibile nel 730?

    RispondiElimina
  6. Dico la verità....questo post stamattina mi ha fatta incazzare da morire! Ora rileggendolo e leggendo i vostri commenti posso sorvolare e risparmiarvi il cazziatone che avevo in mente :)
    Alla faccia della buona Dani che tanto adora Cesco :)
    Dico solo una cosa...la cronaca recente ci sta narrando fatti a dir poco spiacevoli accaduti per la leggerezza di qualcuno che ha dato un allarme troppo tardi o ha sottovalutato la potenza della natura..parlo del capitan Schettino o dell'alluvione a Genova..certo due episodi di gran lunga più "disastrosi" della scossa di terremoto di ieri...se qualcuno si fosse messo una mano sulla coscienza però, magari qualche vita umana si risparmiava...
    Ora mettetevi nei panni del preside di una scuola, con centinaia di anime sulla coscienza appunto...non avreste fatto evacuare la scuola pure voi? con le strutture che abbiamo basta un niente perchè ci scappi il morto e a questo preside venga dato dell'assassino!
    Sarà stato fatto allarmismo per niente per carità..però meglio troppo che troppo poco a mio avviso..e se volete saperlo le scuole di Verona città sono rimaste chiuse anche oggi....e mi sembra la cosa giusta!
    Che poi non so come sia stata la scossa a Milano ma da noi è stata bella forte..poi logico che ai Giapponesi avrebbe fatto solo il solletico..ma prova a mettere i Giapponesi in mezzo alla nebbia e vedi quanti se ne spatafasciano contro i platani mentre noi veneti andiamo come se nulla fosse.....insomma, io me la sono fatta sotto ieri, ed è stato veramente una brutta esperienza...poi oh, scusatemi se lo Tsunami non l'ho mai provato....
    Comunque per l'aperitivo lasciate stare...riusciamo ancora a pagarcelo di tasca nostra :)

    RispondiElimina
  7. X Redaz, eh sì l'è dura stare in zone sismiche, se penso ai poveri aquilani che tuttora vivono lì, d'altra parte alla fine ci si deve adeguare e andare avanti. L'importante però è avere procedure di emergenza fatte bene e strutture fatte a regola d'arte, cosa che in Italia non è scontato purtroppo.

    X Dani, guarda io non ho nulla contro le evacuazioni, anzi mi ha dato più fastidio che in certe scuole non sia stato fatto ciò. E' una procedura di sicurezza, gli edifici di Milano non sono tutti recenti, quindi giusto evacuare.

    Io prendevo in giro - perché alla fine è ironia, non cattiveria - i telegiornali che parlavano come se fosse stato un terremoto con feriti. In più ho preso in giro chi su Facebook ne parla come se fosse il sisma più forte. E' normale che chi vive qui non sappia cosa sia un grosso sisma e si spaventa anche per questa scossa. Però passato il momento, pensa rifletti, in fin dei conti ci sono persone che vivono in zone peggiori.

    Non ti incazzare dai, in questo blog siamo un po' tutti un po' fuori, siamo scherzosi, graffianti, ma questo non sia preso come mancanza di rispetto, che al di là di tutto c'è sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi è andata bene che non fossi in piena sindrome premestruale altrimenti erano cazzi amari per tutti :) .......

      Elimina

Post più popolari