Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

11 agosto 2011

Colloquio - diario di un incubo

- [donna svampita] Buongiorno.
- [io, ignara di dove sono capitata] Buongiorno.
- Vedo che ha lavorato come copywriter...
- Esatto, ho collaborato con alcune agenzie di comunicazione.
- Bè, qui non c'è molto da scrivere... Vedo anche che ha studiato arte. Dipinge?
- Sì, ho studiato all'Accademia, ma è un po' che non prendo in mano i pennelli, mancanza di tempo e spazi adeguati.
- Eh, qui non è che facciamo pittura, vede...a parte questi alle mie spalle... [indica delle croste formato A4, coperte di sfumature in vari colori: un pugno in un occhio sarebbe meglio] Così ha fatto l'Accademia: è restauratrice?
-Sì, ho seguito una specializzazione a fianco del mio percorso di pittura [ma si può sapere perché diavolo *tutti* pensano che all'Accademia si studi restauro? Non c'entra! N-o-n c'e-n-t-r-a!]
- Che bello, e cosa restaura?
- Ho studiato restauro di tele, carta e dipinti murali.
- Ah. Ma quindi potrebbe andare a restaurare, che ne so, un palazzo...un'architettura...
- [ficcandomi gli occhi al loro posto dentro le orbite] No, quel tipo di restauro non fa parte del mio percorso, avrei dovuto frequentare architettura.
- Ah. Sì, ma non le piacerebbe?
- [sorrido, anche se comincio a sentire un ghigno] No, per quanto possa essere interessante non lo sento nelle mie corde.
- Sì, ecco, allora noi qui ci occupiamo di siti internet, adesso stiamo facendo questo [mostra sul pc].
- Ah sì, lo conosco. Quindi vi occupate di cosa, html, css?
- Ehm...sì...no...noi non scriviamo i contenuti, magari queste cose qui [indica un box con le news e io nel frattempo raccatto gli occhi che stanno rotolando sul pavimento]
- Quindi vi occupate della...programmazione...? [esito, incerta se mostrarmi interessata e competente o cambiare argomento]
- Bè, no, di questo se ne occupano gli ingegneri.
- Ah, certo.

[entra l'Ingegnere]

[convenevoli]

- Qui non saprei cosa farti fare [W la sincerità: hai letto il mio curriculum? Sì? E perché ca220 mi hai chiamata??? Eh? Ti sei fumato il cervello?]
- Vedo che vi occupate anche della parte relativa alla comunicazione aziendale... [tentenno]
- Sì, ma solo per una piccola parte. Vedi, noi lavoriamo per *Nome-noto-in-ambito-internazionale*, stiamo facendo il suo sito, poi a breve cominceremo anche quello per *Nome-di-un-noto-programma*. Abbiamo programmatori in India e Bangladesh...
- So che in India lavorano bene.
- Sì, ma sono strani. Ne abbiamo anche in Irlanda. Con gli italiani però non ci troviamo, non sono seri. [non è che appena apri bocca scappano a gambe levate, mentre gli stranieri, a mille miglia di distanza, non si rendono conto di cosa stanno facendo veramente?]
- Che strano...[non ghignare, non ghignare!]
- Comunque, stiamo organizzando un evento, ci servirebbe un aiuto: location, pubbliche relazioni. Poi vedo che conosci html e css, potresti esserci utile. Bene, ti lascio con *donna-svampita*.

- Ecco,hai sentito l'ingegnere...hai capito insomma...
- Sì, certo [non ho capito un c4z20 se non che voi non capire un ca220!!!]
- Allora, non oggi, magari tra un paio di giorni, ci scrivi una mail in cui spieghi perché vuoi lavorare per noi.
- [semmai siete voi a dovermi pregare in ginocchio perché venga a lavorare per voi] Certo, molto volentieri.

Voi persone normali sareste scappati a gambe levate da un posto così. Invece io cosa ho fatto? Ho scritto una lettera entusiasta, tra le mie migliori composizioni modestamente, e non paga del loro inesorabile silenzio li ho pure chiamati. La *donna-svampita* era in ferie ma mi ha fissato un colloquio con l'Ingegnere per il giorno dopo. Urlava disperazione da tutti i pori e io che ho fatto? Scappata? Nooo, ho accettato lo stage che mi veniva offerto.
Ho vinto il terzo Mongoletto d'Oro.

3 commenti:

  1. Grande Pythia...lo so ma spesso prendiamo quello che ci viene offerto, sopratutto in questo periodo, anche a costo di collaborare con gente *strana* per *Nome-noto-in-ambito-internazionale*...come quella volta...(ma questa è un'altra storia!)
    E comunque, come sempre, bel post!

    RispondiElimina
  2. Senza parole.

    Anche io ho fatto in passato colloqui a vuoto. Odio quelli che ti chiamano ad un colloquio e poi chiedono esperienze sul campo che non cito nel curriculum o cito solo come accenni. E che dire di quelli che fanno ricompilare moduli con le stesse info del curriculum? Ma leggano quello cazzo invece di rifarmi travasare i concetti nei loro moduli astrusi.

    RispondiElimina
  3. hai fatto bene. il lavoro è lavoro! Se dovessi trovare di meglio, beh, allora scaRRicali, compreso l'ingegnere (perché a noi architetti gli ingegneri non vanno a genio, escluso papà - ciao papà! -)

    RispondiElimina

Post più popolari