Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

2 agosto 2011

La versione di Pythia/2

Certo che è proprio vero, viaggiare apre la mente. Scopri usanze nuove, ti ci adatti e vedi che non sono poi così malvagie. O magari ti rendi conto che a casa, nonostante tutto il male che puoi dirne, troppo male non si sta. E se poi ti ritrovi in un Paese con una mentalità diversa, magari più aperta e sensibile e attenta alle condizioni di vita, scopri di aver vissuto nell'ingiustizia senza saperlo. Perché esistono dei diritti inalienabili che non sapevi di avere. E se non lo sai, come fai a goderne? È una tragedia, davvero. Ti chiedono "ma come, non lo sapevi?" e tu ti senti così piccolo e impotente e ignorante perché potevi anche pensarci ma non l'hai mai fatto. Pensi, "guarda un po' se dovevo attraversare un oceano per scoprire che fin'ora un mio diritto è stato ignorato" e la rabbia che poi provi nello scoprire che questo diritto così di fresco acquisito in coscienza rischia di essere annullato. È un sopruso! Non puoi accettarlo, devi fare qualcosa. Sì, cominciamo con il firmare una petizione. Anche la mia voce ha un peso, non me ne posso stare zitto davanti all'ingiustizia! E certo, quando tornerò a casa, lo farò sapere a tutti: ragazzi, abbiamo un diritto e non lo sapevamo! E vogliono negarcelo! Così anche i tuoi amici scopriranno questa ingiustizia.
Sono cose che non ci dormi la notte. Ti chiedi come sia possibile che in un Paese evoluto come il tuo non si alimenti la coscienza dei propri diritti. Ovvio, se non lo sai non puoi goderne, quindi l'ignoranza è un bel guadagno a conti fatti.
Ecco, è il mio turno di aprire le vostre menti, di portare alla luce quel diritto che non sapete di avere e che hanno intenzione di togliervi da sotto il naso.
Prendete il Grand Canyon: è lì da milioni di anni, no? Prima ci abitavano gli indiani, poi li hanno mandati via ma alla fine li hanno fatti tornare e il Canyon è tornato ad essere di loro proprietà. Nel frattempo il Canyon è diventato meta di una sorta di pellegrinaggio, quando ci metti piede senti di essere su un suolo sacro. Persone da tutto il mondo si trovano lì, unite da un comune sentimento di meraviglia e di amore. Ti rendi conto di quanto sei piccolo di fronte all'immensità del tempo e delle forze della natura. Su quelle rocce eterne tutti siamo uguali: non ha importanza da quale Paese vieni, o attraverso quale strada sei giunto fin lì. C'è chi è arrivato in jeep, chi in elicottero, chi in auto, chi a piedi. Tutti in silenzio attonito di fronte all'infinito.
C'è però una nota stonata, un sassolino nella scarpa, un pisello sotto il materasso. Qualcuno vuole impedirti di godere di questo spettacolo.
(coro di "nooooooo!!!!" please)
Al Canyon ci arrivi in aereo e lo sorvoli pure per un tratto. Poi ti ci avvicini in elicottero e di nuovo lo sorvoli. Qualcuno si è inventato che aerei ed elicotteri producono inquinamento acustico e non ne vuole sapere di accettare che la tecnologia ha fatto passi da gigante e che ora i mezzi sono molto più silenziosi. Sicuramente dietro ci sono le lobby che cospirano per incrementare i propri guadagni. O gli ambientalisti che se ne fregano di calpestare chi si trova sulla loro strada e non va nella loro stessa direzione. Chiunque ci sia dietro, non si rende conto di quale ingiustizia stia facendo nascere! Di quante persone ne riceveranno un danno! Di quali privazioni imporranno!
Vogliono toglierci il nostro sacrosanto diritto di sorvolare il Canyon! Ma vi rendete conto? Stiamo per perdere qualcosa che è nostro senza averlo mai saputo! È anche questo un furto. Peggio, è un'ingiustizia! E noi dobbiamo fare qualcosa per impedire che ciò che ci spetta ci venga tolto! Diciamo no al divieto di sorvolare il Canyon! Diciamo no all'ingiustizia! Ai soprusi! Alle violenze! Non premettiamo che i nostri diritti vengano calpestati! È un nostro dovere quanto lo è un diritto! È la legge naturale! È la volontà di Dyo! Anche tu, sì tu, di' no a questo sopruso! Alza la testa e svegliati dal torpore in cui le istituzioni ti fanno giacere! Non credere a quello che ti dicono, sono dei bugiardi. Sono malvagi che per egoismo e tornaconto personale vogliono negare ciò che è un tuo diritto.

Così disse la compagnia che organizza i voli sul Canyon.

2 commenti:

  1. Chissà perché dicono queste cose, poi! Eh, sti americani! ;)

    RispondiElimina
  2. E io che mi immaginavo una pletora di insulti...forse qui mi avete davvero capita XD

    RispondiElimina

Post più popolari