Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

23 novembre 2011

un giorno in meno.



in un pomeriggio di autunno uggioso e influenzato (ieri), dolorante, mi interrogo su che cazzo fare, essendo impossibilitato a compiere qualsivoglia cosa che non sia fare cacca (e simili) e dormire o stare davanti al piccì

decido di stare davanti al piccì. 

mai scelta più sbagliata, perché scopro ciò che non avrei dovuto scoprire: poggiando il portatile, mi esce un piede dalla coperta e scoprendosi mi si gela all'istante.

in più scopro che esce il film tratto da uno dei più grandi best - seller degli ultimi anni: "il giorno in più" di fabbiovòlo. 

su, su, il secchio del vomito, comunque, è lì, affianco al mobile.

di solito il film è peggio del libro. perciò preparatevi.

di solito il film ha la capacità di sintetizzare quello che un libro dice in giorni di lettura. in questo caso è il libro che aggiunge cazzate.

non ancora ho visto il film, ma ho letto il libro. è per questo che ho l'influenza.

come mai ho letto il libro, pur odiando fabbiovòlo? beh, si dice "know your enemy", no? non solo lo trovo banale, dozzinale, sdolcinato, carente di fantasia, irritante, noioso, dotato di una inutile logorrea, sopravvalutato (e ho detto solo i complimenti), ma...ma. continuatela voi.

ecco. 

io non voglio dire che non siate liberi di apprezzare fabbiovòlo, ma io personalmente, non lo digerisco. non sono coprofago.


massime di vita (di fabbiovòlo)


"non ci si può unire se manca un pezzo. ci si può solo appoggiare." 

(la prossima volta che vorrò "appoggiare" la userò come scusa. magari funziona e non mi tira uno schiaffo)

"bisognerebbe impedire alle persone di interpretare i silenzi". 

(bisognerebbe impedire di farti parlare)

"per imparare ad amarlo ho dovuto fare il giro del mondo. e più mi allontanavo da lui, più in realtà mi stavo avvicinando. il mondo è tondo." 

(geografia ovvia gay)

"io ti sento. ti sento sempre, anche quando non ci sei". 

(schizofrenia)

"sentivo che mi leggeva dentro, e io avrei voluto essere più uomo con lei". 

("è per questo che la riempivo di smandrappate esistenziali in terza persona e sguardi languidi")

"e impari quanto sia bella e grandiosa la semplicità." 

(e quanto sia semplice e mediocre la banalità)

"a volte le persone sono solo delle porte, dei passaggi. tu per me, io per te. anche gli sconosciuti, ogni incontro è una porta". 

("è per questo che vorrei entrarti dentro, penetrarti assàngue, baby")

"la vecchiaia è un posto dove vivi di ricordi.per questo, quando sei giovane, vivi creandotene di belli". 

(indubbiamente. come quell'amico di mio nonno che andò in gita ad auschwitz)

"forse le cose spaventano quando non si capiscono, perché se non capisci non controlli". 

(ecco, forse io non ti controllo, non so)

"non stare più con la persona con cui vorresti stare significa allungare la mano di notte nel buio per cercarla."

("e trovare il pene")

"la vita è la droga più potente al mondo"

(io spero tu vada in overdose. di eroina, si intende.)

"cambiare posto al cuore con il cervello. impara a pensare con il cuore e ad amare con la testa." 

("e ad agire col cazzo")

"sono sempre stato un malinconico con la vocazione di essere una persona allegra". 

(insomma, uno che si è rotto i coglioni di fare le iena, ché guadagnava poco, e si è messo a giocare con i cubetti con le lettere e a cacciare "romanzi")

(sono tutte vere, le citazioni, eh. visto, che filosofo?)

43 commenti:

  1. Mi spiace per il tuo stato di salute, gravemente influenzato da Volo.
    Ma a me una sua massima che non conoscevo, non dispiace: "bisognerebbe impedire alle persone di interpretare i silenzi"
    Sarà che sono una che usa e abusa dei silenzi, che quando le persone insistono a chiedere che c'è troppo volte, dico "c'è nulla" ma ancora non capiscono che non mi devono rompere quando sto così.

    Cesco, riprenditi e buona guarigione :)

    RispondiElimina
  2. Dì la verità, tu dici dici ma poi sei in coda per 3 ore per farti autografare i suoi libri :-D

    Ma questo tuo "amore" per Fabio Volo parte da quando scrive o era radicato già quando faceva le iene? Tipo quando si presentò nudo dalla Marcuzzi :-D

    RispondiElimina
  3. @Chaillrun: sai cosa è che mi irrita di più di lui? il fatto che sia un "coglionazzo" (vedi esempio che ha fatto Paolo sopra questo commento! :P) e si comporti da filosofo. Detto questo, anche io sono una persona che "abusa" (tra virgolette perché secondo me non è mai troppo il silenzio) e anch'io mi innervosisco quando mi chiedono incessantemente "che c'è?" (NERVI!!!).

    Buona giornata, Chailluzza e grazie per gli auguri di buona guarigione: tornerò più forte, splendente, bellissimo e modesto di prima! :P

    @Paolo: ti dico una cosa da kamikaze: io "vedrò da internet" il suo film...probabilmente perché dovrò gustare alcune delle sue perle anche dal cinematografo! Io ti dico: quando era una iena, era uno dei miei preferiti, insieme ad Enrico Lucci e quando si presentò nudo mi collassai dalle risate. Poi non capisco cosa sia successo. Boh :D Buona Giornata!

    RispondiElimina
  4. La verità è che avresti voluto presentarti tu nudo alla Marcuzzi! Invidioso! XDXD
    Io non ho mai letto Volo nè visto unsuo film, ma ne sento sempre parlare bene, a parte te!
    Buona guarigione.

    RispondiElimina
  5. eheheh, la verità è che avresti voluto presentarti tu nuda alla Marcuzzi! :P

    Grazie per gli auguri, buona giornata :D

    RispondiElimina
  6. La Marcuzziè una branbella donna ed ha un'ironia che trovo deliziosa, ma non sta tra quelle che mi fanno sbavare! E' pur sempre bionda e di bionde che mi piacciono davvero ce ne sono poche! ;)

    RispondiElimina
  7. ah ah ah o mio Dio Frà sei il meglio :) anche io son una di quelle che odia Fabio Volo pur leggendolo, pur avendo letto tutti i suoi libri e pur leggendo l'ultimo che ha scritto [non li ho comprati, erano già in casa]. Comunque aspettiamo un attimo a dire best seller. Io la penso come te, troppo sdolcinato, prevediBBile, irritante, noioso e sopravvalutato. E tu pensa, che la mi sorella mi ha già detto che vuole che ANDIAMO a vederlo sto' film [perchè ha parlato al plurale? spiegamelo] ... teniamo duro, teniamo botta, arriveranno tempi migliori. Oh riprenditi è! :P smack

    RispondiElimina
  8. allora. Io ho letto "il giorno in più" perché tutti quanti mi dicevano "è un capolavoro". Ovviamente non l'ho comprato, ma l'ho letto in pdf. Volevo uccidermi. Lui non è né Enrico Brizzi, né Stefano Benni, né De Carlo. E la cosa bella è che si crede meglio di tutti e tre, forse! Ieri colloquiavo con Michele_D sul fatto che sicuramente a breve facebook sarà pieno di frasi bimbomikiose di Fabbiovòlo. Spero di non essere uno dei profeti biblici. Nel frattempo, ho paura. Poi ti saluto, e al solito, ti mando un bacio. :)

    RispondiElimina
  9. guarda, mi aggiungo anche io nel dire che a breve troveremo le frasi fatte del suo nuovo libro su facebook ... ahimè, però devo avvisarti subito che questo suo nuovo romanzo è più una sorta di diario scritto da una donna, lui forse le donne un po' le ha capite, ma nemmeno più di tanto. Non mi piace l'idea di donna frustrata che si ritrova grazie al sesso con un amante, clichè ormai logoro e privo d'inventiva e genialità. dico così perchè lo sto' leggendo. Mia sorella è una fanatica di Volo, gli e l'ho chiesto perchè gli piace così tanto ma lei mi ha risposto che gli piace e basta. Potrei apparire ipocrita perchè lo condanno, ma lo leggo ... Bè, almeno quando lo critico ho i motivi per farlo. Da qui, a capolavoro c'è un abisso profondo :P smack

    RispondiElimina
  10. Mi dispiace per quelli che "odiano" Fabio Volo... io invece lo amo! Secondo me "Il giorno in più" è veramente qualcosa di stupendo... però qui è inutile discutere perché i gusti son gusti! Per esempio a mio modesto parere Volo è un personaggio davvero in gamba. Scrittore, attore, doppiatore e uomo di mondo che è in grado di descrivere con semplicità dei sentimenti molto complicati. Credo che i suoi libri piacciano perché la gente ci si rispecchia... Giuro che, leggendo "E' una vita che ti aspetto" mi sono commossa e non poco... Chi lo odia può dire di tutto... ma non paragonatelo a Moccia vi prego!!! Perché potrei davvero infastidirmi... Moccia è un surrogato di uomo prodotto dalle masse per abbindolare gli adolescenti quindi lasciamo perdere! Fabio Volo con il suo stile semplice ci parla di sentimenti nascosti... Non so, io lo trovo geniale, simpatico, spiritoso e chi più ne ha più ne metta... però ripeto sono solo gusti personali! :) Non penso sia noioso né sdolcinato... anzi, quando parla lui del sesso direi proprio il contrario! lo descrive alla perfezione... Ho letto due libri suoi e li ho divorati entrambi... la lettura è talmente soggettiva che cambia da persona a persona... può essere che magari a te piace un autore che a me invece fa cagare chi lo sa! ;) Non dico che abbia scritto i capolavori del secolo... anzi!!! lui è famoso proprio per la sua semplicità sia nello scrivere che nelle idee che trasmette... Leggerlo mi piace perché mi immedesimo e spesso descrive sentimenti che mi rispecchiano... I suoi sono libri umili... che non hanno nessuna presunzione di arrivare chissà dove... :) Ecco tutto sto casino solo per dire che a me piace! XD ovvio che rispetto i tuoi gusti... ho parlato solo per accendere un po' il dibattito perché mi sembra giusto confrontarsi... :P

    RispondiElimina
  11. Ti rispondo da persona che ha letto "il giorno in più" ed è rimasto profondamente deluso da ciò che invece si aspettava. Nella realtà non sono un tipo cinico, sono un tipo piuttosto suscettibile, emozionabile e sensibile, ed è una premessa doverosa da fare, per scongiurare eventuali (ma non scagliate da te! ;D) accuse di insensibilità. Sulle doti di attore, non è male, se la cava, quando fa il ruolo per cui è nato: l'attore da commedia. Lo preferisco di gran lunga come doppiatore che nelle altre vesti, ma come abbiamo già detto sono gusti. Per me è diverso da Moccia. Lui ha un target più "ampio". Perciò è più criticabile. La critica che uno può rivolgere a Moccia è che fa romanzetti che sembrano usciti dalla generazione di uomini e donne e simili per ragazzette che confondono il primo amore con l'amore della propria vita (e altre cose così). La critica che rivolgo a Fabio Volo è più quella che mi da l'impressione che sia un personaggio costruito. Non mi capacito come dal cazzone che era quando faceva le iene sia arrivato ad essere un 40 enne con la sindrome di peter pan. Una cosa che odio poi, è chi copia. Lui, la citazione sull'amore e l'indifferenza (che è il contrario dell'amore, a differenza dell'odio) l'ha copiata addirittura da Einstein. Come già ho ripetuto in altre sedi, però, questa mia critica non è rivolta ai fan, ma al personaggio. E' come la satira su Berlusconi (CHI?): non si rivolge ai pidiellini, ma al loro capo! :D

    RispondiElimina
  12. (Ovvio, libera comunque di essere fan, chi sono io per vietartelo? :D)

    RispondiElimina
  13. Capisco perfettamente le tue motivazioni... e in parte le condivido!!! Probabilmente non mi sono neanche mai fatta tante domande su Fabio Volo... Io sono una fan ma non di quelle che senza un suo libro non potrebbe vivere... anzi! Io l'ho letto con piacere... una di quelle letture leggere e piacevoli che spesso mi hanno fatto compagnia! Anche io sinceramente ammetto che non ho idea di come lui si arrivato dove è ora... uno che ha la licenza di terza media! XD tu sei stato bravo in questo perché hai cercato di approfondire il perché di tante cose... cose che ti lasciavano dei dubbi. E hai fatto bene! Mi piace il fatto che cerchi di indagare... e non vivi nell'apparenza... Approfondire è il massimo della vita e sono d'accordo con te sul fatto che per poter discutere e argomentare bisogna conoscere il proprio "nemico".... :) sono anche io così! la differenza tra me e te è che a me è piaciuto quello che ho letto di Volo e quindi non mi sono fatta troppe domande su di lui e sul fenomeno che ha scatenato... Invece a te non è piaciuto e hai voluto capire il perché di questo e ti fa onore... Perché secondo me confrontarsi è giusto, si può sempre imparare qualcosa di nuovo! Per esempio io ho imparato molto da te oggi... Fabio Volo continua a piacermi però ho capito quello che intendi! :) Non mi soffermo sulle sue "massime"... sulle innumerevoli citazioni che Volo ci offre nei suoi libri... mi piacciono nel momento in cui le leggo perché magari mi colpiscono ma non mi sono mai soffermata sul fatto che fossero esclusivamente frutto della sua fantasia... Ovvio che secondo me dietro ai suoi scritti c'è un po' di organizzazione... chissà da quante cose prenderà spunto! chissà quante citazioni avrà preso in giro per il mondo e rigirato a modo suo... ;) Si si comunque lo so che stavi criticando lui e non certo i fan!! XD l'avevo capito subito e infatti non mi sono mai arrabbiata anzi... ;)

    RispondiElimina
  14. La tua è una risposta molto matura :)

    RispondiElimina
  15. Di Volo ho letto soltanto "E' una vita che t'aspetto" (libro prestato) e visto "Bianco e nero" al cinema.
    Non posso dire di essere una sua sostenitrice,ma nemmeno mi fa schifo, ad essere sincera.
    E' un buon cazzone, sarà che lo sono pure io e quindi quelli della categoria mi fanno "tenerezza".
    Cazzone non vuol dire idiota, se fosse stato idiota non avrebbe ottenuto i risultati che ha avuto mettendo a frutto la sua cazzoneria appunto.
    Non bisogna accostarsi a lui come ad un oracolo, non è nè filosofo nè niente.
    Molti ragazzi lo fanno e SBAGLIANO di grosso.
    E' soltanto uno che, con un culo grande quanto una portaerei,nei romanzi racconta le "banalità" della sua vita (che spesso coincidono con le "banalità" della vita di molti) e che nei film non fa altro che recitare la parte di sè stesso.
    Secondo me Fabbiovòlo sta all'editoria e al cinema come Jovanotti sta alla musica.
    Minimo sforzo, massimo risultato..
    Bonariamente un po' l'invidio..
    Potessi farli io un po' di soldi DIVERTENDOMI heheh!

    RispondiElimina
  16. ...e infatti non impazzisco neanche per Jovanotti :P Baciozzi, Greisss, e scusa se ti ho insozzato un po' troppo er blogghe!

    RispondiElimina
  17. poi, per quanto riguarda il fatto di fare soldi divertendomi, è da invidiare. Peccato che però non venga ricordato per il suo lato cazzone, quanto per quello da tipo malinconico & maledetto...io preferirei, in ogni caso, leggere un libro tuo e non suo! :D a proposito, perché non pubblichi un'antologia dei tuoi post e la dai come premio all'inventore del nuovo titolo del tuo blogghe che vi invito a visitare tuuutti ma proprio tuuutti? (è solo un'idea eh! :D)

    RispondiElimina
  18. Grazie Cesco!! :) è sempre bello confrontarsi... e poi volevo dire che condivido il commento di Grace!!! ecco, lei è riuscita ad esprimere altri pensieri su Fabio Volo che prima non ero riuscita a descrivere... ;)

    RispondiElimina
  19. Va che vespaio che stai alzando Cesco, tu hai toccato uno degli scrittori intoccabili. E' come se io dicessi che l'ultima di Tiziano Ferro l'ascolto quando ho problemi d'insonnia, ops l'ho detto.

    Eh già, apprezzo Giulia, vera simpatizzante non Fanatica, perché di solito quando si parla di scrittori, cantanti, artisti, i giudizi sono soggettivi ma qualche fan diventa troppo fanatico ed ecco che si alzano vespasiani - non quelli dell'antica Roma - e si litiga sul miglior scrittore.

    Per il resto, ti è andata bene, i toni sono buoni, io una volta ne ho dette su una band italiana e su un vincitore di Xfactor, dissi tra le righe che valevano poco e sarebbero spariti. Dovevi vedere come si erano incazzati i fan: poverini mi facevano tristezza, ovviamente poi ebbi ragione da vendere.

    RispondiElimina
  20. è perché noi di Aprovadicrash abbiamo un pubblico maturo che sa dialogare, nevvero? :)

    RispondiElimina
  21. Ciumbia, puoi dirlo forte :-D

    RispondiElimina
  22. Devo ancora leggere un suo libro, quindi eviterò ogni commento su di esso. Tuttavia devo ammettere che la prima massima e il relativo commento sono fantastici XD

    E.

    RispondiElimina
  23. Ho letto tutti i commenti, compreso il pezzo logicamente :). Mi scuso di essere arrivato ora, come sempre in ritardo, ma impegni di ordine maggiore mi ha tenuto lontano dal web. Dopo questo preambolo, penso che il_cesco abbia centrato in pieno il pensiero di alcuni (compreso me) e dato la possibilità' di aprire un dibattito tra sostenit-rici/-ori e opposit-rici/-ori. Cosa apprezzabilissima. Apprezzo il commento di Giulia, che da persona piuttosto matura ha spiegato il suo punto di vista (che ho apprezzato tanto). Anche Greis, da parte sua ne ha dato uno, che condivido "Minimo sforzo, massimo risultato..." non ci sono parole migliori. Mi sono piaciuti anche i commenti degli altri che mi hanno fatto sorridere tra i commenti seri del cesco! :P

    RispondiElimina
  24. Hai fatto bene a specificare che hai letto anche il pezzo, non è sempre ovvio! :D

    RispondiElimina
  25. @E.:Ti ringrazio per il complimento e, se puoi, evitati questa fatica :P

    RispondiElimina
  26. Ciao,
    non ho letto gli altri commenti di proposito,perchè non volevo esserne influenzato..e non in senso virale.
    Di fabio volo (la minuscola è dovuta)ricordo solo una citazione e sopratutto perchè parlava di una persona che ammiro,il Buddha.
    "Un Buddha"diceva"non fa alcuna differnza tra quando gioca,lavora o dorme.Fa tutto con il medesimo impegno."
    Evidentemente non erano parole sue.

    RispondiElimina
  27. Ciao Alessandro :)

    Non conosco la citazione, stimo il Buddha perché almeno lui è venerabile in quanto esistito (ma non solleviamo polveroni di tipo religioso, perciò non considerare la mia ultima affermazione). Massì, evidentemente non sono parole sue...

    RispondiElimina
  28. Quante ire funeste di fan inviperite ti sei tirato addosso con questo post ?! Sparlare di fabiovolo è come ...sparlare ...di chissàchi... !!! ahahahhaha :)
    Ne ho sparlato un po' anch'io nel mio blog...
    http://gambe-in-spalla-crudelia.blogspot.com/2011/10/la-caduta-nel-latte.html, in merito al suo ultimo libro...( pare che a milano molte fan si siano messe in fila per ore e ore...per prederne una copia dalle sue mani). Ma... non mi toccare il GIORNO IN PIU'. Ad essere sincera, mi scoccia soprattutto che l'abbia scritto lui, ma io di quel libro amo troppo "la foto in copertina", e forse ciò che è stato quello specifico periodo della mia vita in cui l'ho letto. Sdolcinato ?! Forse... Ma ero innamorata, letteralmente persa, e anche se il mio lui mi avesse regalato un libro di fisica nucleare, mi sarei innamorata della materia.
    Io credo che al di della bellezza, o meno di un libro, sia il particolare "momento" in cui lo leggi che fa dello stesso (per il lettore) un'opera d'arte o una skifezza...
    Io penso che in primis un libro si legga... EMOTIVAMENTE...
    Per me almeno e' cosi, ci sono infatti dei periodi in cui proprio non riesco a leggere, o altri piu' difficili in cui affronto solo Saggi... e non certo Romanzi...
    :))

    RispondiElimina
  29. Ciao e Benvenuta, appena avrò tempo curioserò dalle parti tue...ho scritto questo pezzo perché ho saputo dell'uscita del film, che (per sfortuna tua :D) è ispirato proprio a quel libro :) Hai ragione, i libri, i film vanno assaporati "emotivamente". Pensa che io, metallaro, per i sentimenti mi ero appassionato alla "lirica - pop"! (ti capisco perfettamente) Ci vediamo presto, da te, o da noi :D

    RispondiElimina
  30. Cesco, un film ?!naaaaaaaaa allora sara' Una doppia tortura e mazzata per me :( Speriamo che almeno non lo faccia volo ma qualche altro attore. ;.).

    RispondiElimina
  31. Ehm...brutta notizia per te http://www.comingsoon.it/Film/Scheda/Trama/?key=48274&film=Il-giorno-in-piu :)

    RispondiElimina
  32. esce anche la settimana prossima ....aaaaaaaaa

    RispondiElimina
  33. Cesco non ho resistito, ho guardato il trailer, deve esser PEGGIO del libro... !!! Non mi ha emozionato PER NULLA ! neppure un pelo mi si e' sollevato :-(

    RispondiElimina
  34. E ti dirò una cosa: io lo VEDRO'. Su internet, ovvio. Non ce li spendo seieuroecinquànta per Fabbiovòlo! Così, poi, ci scriverò un altro post su :P

    RispondiElimina
  35. http://gambe-in-spalla-crudelia.blogspot.com/2011/11/risotto-al-tastasal.html

    RispondiElimina
  36. pure io ormai il 90% dei film li vedo cosi... ;-)

    RispondiElimina
  37. (ma non diciamolo a nessuno) :D

    RispondiElimina
  38. Cesco te ne racconto un altra, ieri a pranzo con una collega se ne esce che ha letto l'ultimo di Volo in due giorni ...che proprio le e' piaciuto ! Stavo per avere un conato di vomito....e rigettare il pranzo ! Anche perche' se c'e' un libro di cui ho sentito il peggio del peggio e' proprio quest'ultimo suo "favoloso" scritto. Dove pensa te...la protagonista e' una donna !!! Ma come puo' permettersi un uomo di scrivere al femminile ?! Questa cosa mi sconcerta, perche' per brava che tu possa essere non avrai mai una testa femminile... Ammenoche' ormai lui non cerchi solo un determiato "pubblico" visto che da resto del mondo e' proprio stato tagliato fuori... Pietoso :-/

    RispondiElimina
  39. io non ti conosco, ma già ti adoro :P

    RispondiElimina

Post più popolari