Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

11 novembre 2010

Quando qualcuno puo' ritenersi intelligente?


(Diamo il benvenuto nella nostra comitiva a UomoMordeCane. Esimio, a Lei la parola.)


Quando qualcuno puo' ritenersi intelligente?

Io potrei dire di esserlo. Tutto, intorno a me, conferma la mia intelligenza.

Bene.

Ma...

Potrei essere stupido e non saperlo. Vi pare?

Spiego.

Non sapere di essere stupido mi lascerebbe pensare di esserlo: non avrei sufficiente intelligenza per capire quanto io sia stupido.

Non aver coscienza della propria stupidità non la rimuove, anzi: se possibile rende ancor meglio l'idea della stessa. La confermerebbe, certo.

Sarei dunque ancora piu' stupido se non sapessi di esserlo, essendolo.

[Inciso: usare contiguamente termini come "esserlo" ed "essendolo" mi fa propendere per una mia stupidità accentuata oltre la media].

Dunque ci sono ragionevoli possibilità che io sia MOLTO stupido.

Che uno stupido possa ritenersi intelligente non fa specie: è stupido, puo' credersi qualsiasi cosa, una sedia a dondolo, un annaffiatoio termico, una mignotta sulla Cristoforo Colombo.

Dunque, ci sono serie possibilità che io sia stupido. Davvero stupido.

Aggiungo: sono piu' le persone stupide al mondo o quelle intelligenti?

Qui la risposta è difficile (ma questo non fa altro che avvalorare la mia tesi: sono stupido e non riesco a valutare bene le cose): la storia dimostra la stupidità dell'uomo.

Ma l'evoluzione continua deporrebbe per la sua intelligenza. Dunque sembrerebbe abbastanza ragionevole dire che siano di piu' gli intelligenti. Ma questo potrebbe essere un ragionamento stupido: del resto le masse sono mosse da pochi intelligenti. Dunque è possibile che la maggioranza sia stupida.

Ora: come posso io sperare di far parte della minoranza? Perchè dovrei essere un eletto? Solo per vanità? Sarebbe stupido. Confonderei un desiderio con la cruda realtà delle cose. Sperare di essere parte della minoranza di intelligenti ci sta. Crederci pero'...

Finora non ho trovato un solo argomento che mi possa confermare la mia intelligenza, anzi.

Le persone che ho intorno mi dicono che sono intelligente, certo. Ma lo facevo anche io con certi amici che ritenevo stupidi. Lo facevo per amicizia. O per portarmi a letto qualcuna. Che credeva alle mie parole, era quindi stupida. Doppiamente, se mi riteneva intelligente.

E poi anche loro, gli amici, essendo parte della maggioranza stupida, potrebbero ragionevolmente essere stupidi e non capire la mia stupidità.

Ho cosi' raggiunto un soddisfacente grado di certezza sull'essere stupido. E, si sa, le certezze sono sempre degli stupidi.

Ma cosi' dicendo ho capito qualcosa: sono stupido. Dimostrando dunque capacità di analisi, ragionamento, buon senso.

Allora?

Allora, forse stupido non sono. Dunque potrei dire di essere almeno un po' intelligente.

Ma tornando su queste righe leggo una anamnesi compiuta, esaustiva, impeccabile. Qualcosa che uno "solo un po'" intelligente farebbe fatica a portare avanti.

Quindi forse sono davvero intelligente.

Del resto gli intelligenti saranno pure una minoranza, ma qualcuno a questa minoranza dovrà pur appartenere. Quanto minoritaria poi sia questa minoranza è certo di difficile valutazione ma ci sta che io vi sia dentro.

E qui mi permetto di sottolineare come "minoranza minoritaria", in bocca ad uno stupido, davvero non le ho mai viste.

In ultimo: da intelligente, quale ho qui compreso d'essere, mi piace sottolineare come la vera stupidità io la ravvisi piu' nel ragionare "in circolo", nel prendere un capo del discorso, sviscerarlo per poi tornare a bomba. Senza aver risolto nulla.

La stupidità, secondo me, è proprio ragionare "in loop", senza approdare a conclusioni.

E questo, davvero, non mi appartiene.

Ok!

Ma...

Quando qualcuno puo' ritenersi intelligente?

Io potrei dire di esserlo.. Tutto, intorno a me, conferma la mia intelligenza.

Bene.

Ma...

Potrei essere stupido e non saperlo. Vi pare?

Spiego.

...

(scritto da UomoMordeCane in un attimo di stupidità e donato agli amici di questo blog in un attimo di intelligenza visto che il pezzo fa cacare.)

8 commenti:

  1. No, UMC, secondo me sei intelligente (:ninja:)

    RispondiElimina
  2. Sono proprio una stupida, io.

    RispondiElimina
  3. Io, ovviamente, non ho capito.
    Valeria.

    RispondiElimina
  4. Vorrei dirti che sei uno stupido, ma questo confermerebbe la tua tesi facendoti credere di essere intelligente.
    Quindi dirò solo che io sono intelligente, e tu sei uno qualunque.
    Ma così rischierei di sembrare arrogante, manifestazioe, invero, della stupidità.
    Allora ti dirò che sei unostupido. Ma questo...

    RispondiElimina
  5. Non posso scrivere niente che dimostri che sono intelligente o stupida. Né tantomeno la mia valutazione sulla tua intelligenza può avere alcun valore... forse. Comunque bel post.

    RispondiElimina
  6. Telegrafic.INFO16 novembre 2010 13:43

    Saro` stupido, ma ben conoscendo le citazioni filosofiche di Uomo, non capisco se il suo sia un ragionamento socratico traslato o se Max voglia diventare testimonial della nuova campagna della Diesel "Be even more stupid"

    @ilaria,valeria,cristina... tranquille il vostro nome finisce con la "A": non dovete dimostrare di essere stupide
    :-)

    RispondiElimina

Post più popolari