Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

4 settembre 2011

Arrivederci, TUMORE, ciao. (S)battute/25

Questo post è opera de il_cesco e di Michele_D


Cesare Battisti




Cesare Battisti, ex terrorista dei PAC. Un PAC-man.

In Italia è stato condannato come responsabile di quattro omicidi. Il merito è tuttavia quello di aver fatto guadagnare all'Italia 2 medaglie d'oro. Alla memoria.

Il 5 marzo 2010 Battisti ha subito dal Tribunale di Rio de Janeiro una condanna a due anni da scontare in regime di semilibertà per uso di passaporto falso. Giggino 'o camionista non era un nome così credibile.


***

Bettino Craxi


Bettino Craxi è stato il primo socialista a ricoprire la carica di Presidente del Consiglio dei Ministri. Il primo socialista, Presidente, con una camicia. Bianca.

Forlani con Andreotti e lo stesso Craxi formano un'alleanza di ferro: il C.A.F. (dalle iniziali dei cognomi dei tre protagonisti), che fu definita la "vera regina d'Italia", ma per noi potrebbe essere definita "il buono, il brutto e il cattivo".

Fugge dall'Italia in seguito a "Mani pulite" e, successivamente muore tra gotta, diabete, cancro e cardiopatia, ad Hammamet. Tra tutti quei negri, è difficile non beccarsi qualcosa.

***

Umberto II di Savoia



Umberto Nicola Tommaso Giovanni Maria di Savoia, fu l'ultimo re d'Italia, nonché uno degli ispiratori della carta d'identità ad anelli.

"La Repubblica si può reggere col 51%, la Monarchia no. La Monarchia non è un partito. È un istituto mistico, irrazionale, capace di suscitare negli uomini incredibile volontà di sacrificio. Deve essere un simbolo caro o non è nulla". E nulla fu.

Esiliato in Portogallo, scelse come meta Cascais. Ed era Cadutos.

***

Silvio Berlusconi



"Tra qualche mese me ne vado, vado via da questo paese di merda...di cui...sono nauseato...punto e basta..." Challenge accepted.



Agiamo in buona fede, tuttavia, se ci dovessero essere battute non "autentiche" vi invitiamo a segnalarle mandando una mail a crashtestbloggers@live.it

8 commenti:

  1. Tra qualche mese me ne vado, vado via da questo paese di merda...di cui...sono nauseato...punto e basta...
    Lui...e noi cosa dovremmo dire?? Può andare dove vuole, basta che non rovini altri stati!!

    RispondiElimina
  2. In un altro Paese altro che presidente del consiglio, era in cella da tempo immemore.

    RispondiElimina
  3. Cesare Battisti non e' stato estradato (ufficialmente) perche' non gli e' stata commutata la pena da ergastolo ad una massimale di trent'anni. lo stato italiano s'e' dimostrato fermo nel suo principio, riuscendo cosi' a fare la figura dell'incivile giustizialista persino col brasile, che non riconosce il fine pena mai come strumento repressivo (e vorrei vedere chi sopravviverebbe a trenta anni di galera in un carcere brasiliano). il tutto pero' si inquadra in un piu' ampio dibattito, nel quale, l'istituzione strutturalmente e naturalmente fascista italiana, attualmente, cerca di non riconoscere, causa prossima funzionalita' del fatto, di avere adoperato misure speciali e fuori costituzione negli anni 70, mentre "combatteva" il "terrorismo". cosa semplicemente ridicola. il caso battisti e' quindi un caso strumentalizzato. va bene a lui che almeno si risparmia di venire qui a fare il dirigente alla caritas con obbligo di residenza in galera. si accontentera' di fare lo scrittore e l'intellettuale (tra l'altro discretamente vergognoso, dato che s'e' anche rimangiato un tot di anni di lotta armata pur avendoci giustificato un tot di casini che e' andato via via combinando). su quest'ultimo punto avrei inoltre da sottolineare il fatto che, essendo un partito comunista combattente in guerra con lo stato democratico, il quale, proprio in virtu' di questa guerra dichiarata, sospende i pilastri del suo ordinamento e per salvaguardarsi, adotta sistemi incostituzionali e antidemocratici, oltre che, lo dico cosi' semplicemente, inumani, di fatto accettando la guerra... dicevo, il partito comunista combattente etc etc, compie, coi suoi membri, atti che sono da considerarsi di guerra, e quindi non giudicabili col normale ordinamento giuridico. inoltre dato che in amore e guerra le cose non stanno ne' in cielo ne' in terra, diventa chiaro come, un tabaccaio, che normalmente sarebbe solo uno spacciatore legalizzato, possa essere considerato un agente economico nemico e che gli possa addirittura capitare di essere ammazzato. adesso, questo grado completo di follia che abbiamo descritto, mi chiedo, come possa non stancare chiunque abbia voglia di vivere...

    RispondiElimina
  4. in quanto a CAF, passi pure il paragone col film, ma mi devi spiegare chi e' il buono, chi il brutto e quale il cattivo...

    il savoia per ispirare mistica sacrificale avrebbe forse dovuto nascere in un altro paese, e soprattutto non scapparsene a Crecchio quando le cose precipitavano. ma evidentemente l'italia non aveva avuto tutto sto' tempo per abituarsi alla monarchia e la monarchia non aveva avuto tutto sto' tempo per affezionarsi cosi' tanto all'itlia. in fondo il mercato delle armi era attivita' piu' redditizia e meno problematica, rispetto al trono.

    in quanto alla tua partenza.... ti accorgerai come la geografia, se uno e' sincero con se stesso, sia un fatto poco rilevante.

    in bocca al lupo :)

    RispondiElimina
  5. ah bon scusa, ho sbagliato... non avevo letto l'ultima intestazione. per fortuna non sei tu che vai via. il concetto comunque non cambia. scegliera' un posto senza estradzone. o forse il brasile.

    RispondiElimina
  6. @Ali e Paòlo: già...
    @Al: indipendentemente se si voglia essere d'accordo o meno su ciò che ha fatto Battisti negli anni del terrorismo, il fatto che è scandaloso è la poca importanza a livello internazionale che ha il nostro paese. Gli anni del terrorismo sono stati anni bui per lo Stato, in cui spesso forme eversive si sostituivano ad esso, mediante anche forme ingiuste di "giustizia fai-da-te" (omicidi, sequestri etc.) un'ideologia libertaria può anche essere sostanzialmente condivisibile, ma se nella libertà tanto auspicata vi sono privazioni estreme della libertà - l'omicidio, commissionato o eseguito in prima persona - non è più lotta, per me, ma è terrorismo. Naturalmente a tutto ciò va applicata la variante dell'occhio per occhio, dente per dente: se il bersaglio è un assassino, "ben venga", per modo di dire. Tu parli di guerra, ma non era guerra quella degli anni piombo: era interna al paese. Perciò guerriglia...sul fatto del grado di follia di questo paese, completamente d'accordo. Mi chiedo anch'io come non ci siamo ancora stancati...

    RispondiElimina
  7. @al: e lì sta il bello: capire chi dei tre ha quel ruolo! io non avrei fatica ad andarmene. tuttavia preferirei se se ne andasse "all'altro paese qualcun altro! :)

    RispondiElimina
  8. ma quando mai: primo, non penso che battisti sia assimilabile a nulla di libertario, tant'e' ch militava in un partito comunista combattente (da questo lato del mondo non c'e' differenza tra partiti, da destra a sinistra, armati coi fucili o con le bombe atomiche... tutti uguali) autoritario, piramidale etc etc. e se scrivi una cosa del genere, non sai nemmeno di cosa stai parlando (senza offesa..). secondo, la cosa scandalosa, ma questo e' un mio punto di vista, e' che si ragioni per paesi ed importanza di paesi e poteri di giustizia e affini ancora adesso e ancora qui, manco fossimo gorilla (senza offesa sta volta per i gorilla) non altro. ma non mi aspetto che questo concetto sia cosi' facilmente comprensibile. sembra infatti di dire che l'acqua e' bagnata, ma di dirlo ad un abitante di saturno (non tu, chiaro, stai in nutrita compagnia). mi sembrate tutti indigeni che fanno la danza della pioggia, poi non piove e vi lamentate senza indagare il metodo che state usando per propiziarla. di nuovo senza offesa e senza nulla di personale. terzo, lo stato e' la mafia vincente. storicamente, culturalmente, logicamente e' cosi'. e questa come la prima, non e' un fatto d'opinione. e' una considerazione d'insieme che puo' venire in mente o a chi guardi alle cose della storia dall'esterno realizzato col tempo che passa e distacca, o da una visione marziana, o da una capacita' di estrapolazione che se si vuole, si matura col tempo, malgrado il sistema culturale nel quale veniamo educati. del resto salvarsi dal gf non e' cosa semplice. e citando un famoso film diro': se fosse facile cosi', uscirei tutte le sere con brigitte bardot. saluti (libertari, non ideologici, ma solo logici)
    ps
    secondo me il bello e' andreotti, e' che nel film alla fine vince, se non sbaglio. il brutto e' craxi, il primo che viene fatto in certo modo fuori. il cattivo e' forlani, perche' lui c'e' rimasto, e poi sbava come lee van clif (se non ricordo male il nome dell'attore che interpretava il cattivo nel famoso film). ma sono parecchi anni che non lo vedo, e magari non ne ho presa una. in alternativa, senza contestualizzare, direi che il cattivo e' andreotti, perche' sta ancora qui. e che il cattivo e' craxi, perche' forlani e' troppo brutto.

    RispondiElimina

Post più popolari