Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

31 marzo 2011

(senza titolo.)

faccio il punto della situazione. tiro le somme. una linea dritta e giù con il totale, scritto anche con un uniposca, magari, su un foglio di carta sdrucita.
tra le cose da sottrarre e le cose già sottratte è rimasto ben poco. ma fa nulla. zero è meglio di meno-uno. oppure no. boh. non so.

una grossa indecisione nella testa.

so solo che basta una merda di film a farmi andare in crisi. e un pugno di ore lontano da casa non sono altro che un "ci vediamo più tardi" con il mio cervello.
sono costretto a chiudermi in un bunker, certi giorni, sperando che non mi bombardino, altrimenti userò scudi umani e ve lo metterò nel culo a tutti quanti (ma senza far salire il prezzo della benzina).

voglio vedere il costo. non scorrerà un centesimo sul vostro fiume di cazzate, ma non era quello l'onere a cui alludevo.

credo che il silenzio sia la cosa più giusta.
credo che la felpa che porto sia ora di togliersela.
credo che l'abito non faccia il monaco, quindi con o senza questa felpa, o con una foglia di ficus poco cambia.

so solo che questa giornata sarà dura da terminare.

certe cose ti sfiancano, e te le porti dietro. e poi sembra che quelle cose lì abbiano sentito per telefono e si siano messe d'accordo con altre cose per dire "ehi, ma guarda un po' quel fesso lì che tenta di godersela", 'sta cavolo di vita.

non ricordo da quanto non riesco a provare un'emozione diversa da quelle robotiche.

talvolta credo che i complottisti abbiano ragione: abbiamo un chip piantato nella nuca, siamo androidi, ché ci sono cose che non riesco proprio a fare, e che un normale essere umano dovrebbe fare, dovrebbe almeno provare a fare.

forse non ci avete capito un cazzo, e nemmeno io.

6 commenti:

  1. E goditela sta vita e non ascolta chip e grilli per la testa.

    Il mio chip si è fuso da qualche tempo e da allora me ne sbatto delle cose non importanti.

    RispondiElimina
  2. scusami, oggi è una di quelle giornate che va avanti solo perché è giusto sia così.

    RispondiElimina
  3. Certo le giornate d'inerzia capitano. Io oggi invece sono una granata a cui hanno tolto la spoletta, sto cercando di rimetterla ma non so se faccio in tempo.

    RispondiElimina
  4. ah beh, io sono scoppiato prima, ovviamente...

    RispondiElimina

Post più popolari