Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

21 settembre 2010

sei gradi (no, non fa freddo)

bene, io leggo. leggo un po' di tutto, e mi capita spesso di curiosare per la rete. così, capita l'altro giorno leggevo della teoria dei sei gradi di separazione e pensavo che questa cosa ti fa capire quanto, veramente, un luogo comune come "com'è piccolo il mondo!" sia un po' vero.

ma analizziamo i fatti.

io voglio arrivare a conoscere la personcina che è una vita che vorrei conoscere e poi sposarla e darle rose (senza spine) e birre (alla spina) per poi ubriacarsi insieme e rendere onore tra "bacco, tabacco e venere" almeno a due su tre. è possibile: basta conoscere l'amica, di una tua amica, che ha una cugina, la quale esce con il ragazzo, che è il fratello della sua amica. sei gradi di separazione. cinque fottutissimi intermediari.

semplice no? altro esempio.

io non voglio assolutamente incontrare una persona. e allora chiamo un amico mio e gli chiedo: "stasera ci alcolizziamo in santa pace? tipo in una bettola, non come una coppia gay, ma come due alcolizzati vecchio stampo, giusto per passare una serata fuori dalle nostre tane e uscire un po'?" nel frattempo che prendo fiato lui mi risponde "sì. però viene anche un mio amico, è uno ok. tranquillo". l'amico, porta con sè un'altra persona, che incontra suo cugino, la quale ha la ragazza, che è la nuova amica inseparabile di quella persona. semplice no?

bene. è in quel momento che capisci come una teoria geniale, in realtà, sia un'arma a doppio taglio.

4 commenti:

  1. Bravissimo! Lo è senza ombra di dubbio.

    RispondiElimina
  2. @Orsa: Ma questa è una storia di PURA fantasia, eh...

    RispondiElimina
  3. infatti il bravissimo era riferito a quello, con questa storia hai dimostrato bene che questa teoria "potrebbe" diventare un'arma a doppio taglio.
    Ciauz :^D

    RispondiElimina

Post più popolari