Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

3 maggio 2011

cose che capitano.

ucciso il numero uno del terrorismo internazionale con un colpo di pistola in testa. bin bang.

15 commenti:

  1. quelli che muoiono sono sempre i numeri uno, come i boss della malavita che gli stati catturano, tutti numeri uno....

    RispondiElimina
  2. il "sistema" di cui facciamo parte, probabilmente è "binario"...:)

    RispondiElimina
  3. Non si augura la morte a nessuno, ma credo che tutte le persone che hanno perso i loro cari l'11 settembre 2001 abbiano un buon motivo per far festa.

    RispondiElimina
  4. Ma è morto davvero ieri? Che poi è davvero è morto? Misteri della fede.

    RispondiElimina
  5. Ma siamo sicuri che è lui?
    Io ho ancora qualche dubbio sulla morte di Hitler...chi ci assicura che non sia scappato da qualche parte e si sia fatto beffa di tutti ... l'erba cattiva non muore mai...

    Facciamo parte di un sistema binario...mi piace pensare di avere qualche altra opzione...

    RispondiElimina
  6. Comunque è triste vedere la gente esultare in piazza per la morte di qualcuno.
    Capisco che Osama rappresentava un simbolo, un pericolo, una minaccia e tanto ancora.
    Però mi ha fatto davvero tristezza vedere la gente esultare.
    Forse mi sbaglierò.

    RispondiElimina
  7. Mi sono dimenticato.
    Tutto questo indipendentemente dal fatto che sia morto oppure no.

    RispondiElimina
  8. rispondo @tutti dicendo: non si esulta sulla morte di qualcuno ma, volendo, ci si può far satira, che rimane sempre e comunque diverso dal gioire in piazza. La morte di Bin Laden era inevitabile, ma erano evitabili le "manifestazioni di assenso", se così si possono chiamare...grazie a tutti per i commenti e, naturalmente, questo è un mio parere, che può essere tranquillamente controbattuto...d'altra parte, serve anche a questo un blog, no? :)

    RispondiElimina
  9. bah. secondo me non è morto affatto. "sepolto in mare", nessuna foto? Sarò complottista, ma credo che Osama sia servito solo a salvare Obama. Scusate il gioco di parole. E' un po' che sono assente e devo rifarmi con commenti molto opinabili.

    RispondiElimina
  10. Al tempo ero uno che credeva Obama, volevo credere che il sistema USA potesse cambiare. Il primo presidente di colore poteva essere un segno dei tempi che cambiano. Invece, lui stesso si è reso conto che certi impicci non li cambi e anzi, è meglio che ti adegui se non vuoi soccombere. Ho cominciato a sentire puzza di bruciato dopo che ha promesso a L'Aquila dei soldi mai dati. Basta poco per perdere la fiducia ai miei occhi, io pretendo tanto dai politici. Yes we can't.

    RispondiElimina
  11. credo che il presidente di colore sia stato solo un contentino...per ottenere ancora piu' fiducia... un contentino...

    RispondiElimina
  12. Non che con McCain andavamo meglio, anzi lui mi ricorda il ricco texano dei Simpson, quello che va in giro sparando le pistole in aria :-D

    RispondiElimina
  13. stavi guardando anche tu italia 1? :)

    RispondiElimina
  14. No, ma il texano dei simpson lo ricordo bene :-D e ogni volta che vedevo in tv McCain pensavo proprio a lui :-D mancava solo che festeggiasse con le pistole e sarebbe stato perfetto.

    RispondiElimina

Post più popolari