Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

25 gennaio 2011

Beh? Anche io ho le mie piccole perversioni.

"Attenzione perchè il piatto è bollente."

Credo sia la frase più pronunciata all'interno dei ristoranti cinesi. Per me è una sorta di "non pensare all'elefante", anche se in questo caso si tratta di una proibizione più profonda e nascosta, non dominata da leggi di causa-effetto così visibili e dolorose.


Ogni avvertimento finisce col macchiarsi inevitabilmente di mistero. Chissà cosa accadrebbe se immergessi il phon nell'acqua. E se corro con le forbici in mano? E se vi uccidessi tutti? No, mi hanno insegnato a non farlo, i miei genitori sono sempre stati ca-te-go-ri-ci, soprattutto sull'ultimo punto. Non per una questione di comandamenti... altrimenti sulle tavole della legge bisognerebbe aggiungerci
 
11. Non camminare scalzo
12. Non desiderare l'Emilio Robot altrui
13. Finisci tutto quello che hai nel piatto
 
Eppure io mi sono scottata un sacco di volte, so benissimo a cosa porta toccare un oggetto bollente.
Ogni volta che vedo una superficie ghiacciata devo assolutamente constatare che sia realmente ghiacciata camminandoci sopra, con attenzione, ma devo farlo. Non ditemi di non fissare il sole per più di 10 secondi, altrimenti vado a cronometrare quanto tempo impiego per diventare cieca.


Non voglio giustificare le perversioni, i divertimenti... le serate di beneficenza, insomma chiamatele come volete. Molti aspetti della vita possono sembrare affascinanti e misteriosi, semplicissimi da raggiungere, soprattutto per chi ha i mezzi economici e tonnellate di viagra.
Non voglio parlare di B. perchè mi vergogno. E' un po' come vedere per sbaglio un parente o amico nudo. Devono passare alcuni mesi prima di poterlo guardare senza provare imbarazzo/schifo. 
In questo caso devono passare anni prima di poterlo guardare con l'imbarazzo e lo schifo di prima.










Fino a pochi mesi fa, l'indecenza per me era un sinonimo di "Alvaro Vitali". 
Sono costretta a ricredermi?

4 commenti:

  1. giustissimo tutto. e comunque, dannazione. questo elefante non se ne va dalla mia mente.

    RispondiElimina
  2. .....benvenuta....concordo con il_cesco. Su tutto. Maledetto elefante!

    RispondiElimina
  3. ah beh, sì, era sottinteso: benvenuta :D

    RispondiElimina
  4. Grazie *-*
    (Ora vi do il permesso di pensare all'elefante)

    RispondiElimina

Post più popolari