Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Licenza Creative Commons
aprovadicrash by Aprovadicrash is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at aprovadicrash.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at crashtestbloggers@live.it.
E' consentita la copia del materiale contenuto in questo blog, purché non a fine lucroso, e comunque mediante citazione delle fonti. La proprietà intellettuale resta comunque dei singoli autori. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Esso viene aggiornato senza alcuna periodicità.

27 febbraio 2011

UshitO dal mondo. - (S)battute/1

(Questo post e' opera de il_cesco e Michele_D)


Vive per diverso tempo con un coltello conficcato nel cranio. La spada nella coccia. (Questa qui è di UomoMordeCane)

L'uomo e' sopravvissuto per quattro anni senza accorgersi di niente.  "Dov'e'?" (Guardandosi intorno)

Li Fu, (questo e' il suo nome, e anche un'indicazione su dov'era) si e' dovuto operare d'urgenza al cervello e se la cavera'. Anche se gliel'hanno gia' cavata.

Invece, sapevate questa? Negli Usa, un uomo rimane ucciso durante combattimento tra galli. Ma non era sul set del nuovo di Asterix.

(Che pollo.)


Il gallo aveva una lama di coltello attaccata alla zampa. L'altra era rimasta nella testa di Li Fu.

Sempre in America, una tizia di nome Stacey Champion cerca di spedire un cucciolo per posta in una scatola. Ma non riesce. Non se l'e' affrancata. La scatola pero' e' costata 22 dollari.

La donna si e' presentata alle poste, ma alla vista degli strani movimenti del pacco, un ispettore ha chiesto se poteva aprirla. Avrebbero potuto arrestare anche lui.

Il "pacco", in volo, avrebbe dovuto sopportare temperature anche al di sotto dello zero. Facendosi piccolo piccolo.

Una giudice federale della Repubblica siberiana di Buriaza (noi sappiamo tutti dov'e') e' stata licenziata per aver pubblicato su un social network stile Facebook alcune foto che la ritraggono mentre beve, bacia, lecca sensualmente. Una bottiglia.

(Ma, evidentemente, non lo faceva troppo bene.)

Subito qualcuno si e' voluto trasferire li'. Per farsi processare. No, non e' chi pensate voi.

La giudice "ha violato il codice etico" secondo il quale i magistrati "dovrebbero mantenere la dignita' in qualsiasi situazione." E, almeno, ingoiare.

(Le dovremmo far conoscere l'ispettore della storia di Stacey Champion, alla signorina)

Nel frattempo, si e' concluso il festival di Sanremo.
Si e' parlato di tutto, della Clerici con la sua bambina, del cattivo inglese della Canalis (e abbiamo tutti scoperto che probabilmente predilige altri metodi per farsi capire da Clooney), della presunta falsa satira, del possibile verdetto truccato.

La solita merda.

(Ma a qualcuno e' piaciuta.)


(Anzi, se l'e' gustata proprio.)
Niente da dire su Gianni Morandi,  ci pensa Google. Provate.

Vabbe' queste sono solo insinuazioni, noi non ce la beviamo.  C'e' pero' chi la mangia.

A questo preferiamo una bella Coca Cola.

---

A proposito, girano voci sulla presunta rivelazione del segreto della Coca Cola. Non possono dire nulla, ma si dice che qualche presentatore di Sanremo ne vada pazzo.

(Per un errore di stampa e' uscito "Coca", ma non era quello che volevano dire, probabilmente.)

"Il segreto e' contenuto sulla bottiglia". Ecco spiegato perche' quel mio amico al pronto soccorso : "Non so come sia successo..."

Analogamente (tutto attaccato), arrestato con 30 oggetti infilati nel retto. Ma lui era chino.

Tra questi:

Una sigaretta: il fumo se non uccide, almeno un po' male lo fa.

Sei fiammiferi: aveva strani bruciori.

Una ricetta. Quella della Coca Cola.

12 commenti:

  1. Oh, dici che il segreto della Coca Cola è la cacca? Meno male che non mi è mai piaciuta (ragion per cui mi danno dell'eretica). :)

    RispondiElimina
  2. sì. Ed è fatta con amore da Gianni Morandi.

    RispondiElimina
  3. Siete pazzi :-D che forza :-P

    RispondiElimina
  4. l'invito è aperto agli altri autori, ovviamente eh.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Ricordate sempre di citare gli autori delle battute, se non sono vostre. Ma anche se vi hanno dato un semplice spunto.
    Non è solo un atto di cortesia ma una forma di circolazione 2.0 che arricchisce tutti.
    ;-)
    Bel post.

    RispondiElimina
  7. Grazie UMC, e ci scusiamo nel caso avessimo "violato" inavvertitamente qualcosa!

    RispondiElimina
  8. Beh, io leggo una mia battuta, pari pari: la prima.
    "inavvertitamente" non mi pare il termine migliore. Ripeto, la citazione non è solo atto di cortesia. È creazione di valore aggiunto, "rete" nel miglior senso del termine.

    RispondiElimina
  9. provvedo subito a citarla, spero che la cosa non si ripeta più.

    RispondiElimina
  10. Troppa grazia ora. Ipercitazionismo: un post a parte, nella battuta, il link... troppo.
    Guarda che non era un rimprovero incazzato. Sì che sono cattivo, ma selettivo...
    :-D
    (scherzo eh)

    RispondiElimina

Post più popolari